Image
+39 0923972032 Prenota

Storie e leggende di Sicilia: Teste di Moro

di Marco

Chi non ha mai visto una testa moresca in un balcone o nei numerosi negozi di ceramiche che abbiamo qui in Sicilia?

L’arte della maiolica è stata portata in Sicilia dagli arabi che insegnarono ai siciliani come creare questi meravigliosi oggetti, ora vere e proprie opere d’arte.

Ci sono molti diversi tipi di oggetti che possono essere realizzati in forme, colori e motivi sempre diversi e dipinti sulla ceramica.


Ma, senza alcun dubbio, gli oggetti di ceramica più popolari e affascinanti in Sicilia sono le Teste di Moro.

No, non è una brutta parola!


E’ un’opera d’arte che ha origine in un’antichissima leggenda.

Si tramanda che attorno al 1000 d.C. viveva a Palermo una bella ragazza molto dedita ai fiori del suo balcone.

Un giorno, fu notata da un ragazzo arabo (era infatti l’epoca della dominazione in Sicilia dei Mori). Fulminato da tanta bellezza, il giovane le dichiarò il suo amore venendo ricambiato.

Sembrerebbe l’inizio di un fantastico amore.


Ma la loro storia non avrà purtroppo un lieto fine.

Il ragazzo infatti non era stato completamente sincero: moglie e figli lo attendevano al proprio paese, dove di lì a poco doveva tornare.


La fanciulla, venuta a sapere la verità, fu colta dalla rabbia.

Il suo unico pensiero era la vendetta.

Aspettò infatti che il ragazzo si fosse addormentato e, di notte, lo uccise tagliandogli la testa.


Con questa creò poi un vaso e vi pose all’interno un germoglio di basilico, considerato a quei tempi una pianta regale.

Mise infine la testa sul suo balcone, dedicandosi alla cura del basilico che in essa cresceva.


Giorno dopo giorno le lacrime della giovane bagnavano la pianta che cresceva rigogliosa.
Il profumo del basilico era tale da arrivare fin nelle case dei vicini.

Questi ultimi – invidiosi – si fecero realizzare dai mastri artigiani vasi in terracotta che riproponevano le stesse fattezze di quello amorevolmente custodito dalla ragazza.

Oggi ogni Testa di Moro che viene prodotta reca una corona, un elemento sempre presente volto a riproporre la regale pianta che originariamente impreziosiva la testa del giovane Moro protagonista della triste vicenda.

Quella qui raccontata non è l’unica versione di questa storia.


Secondo alcuni, la protagonista non era una “giovane qualunque”.
Era infatti una nobile palermitana.

Il suo amore per il giovane arabo venne scoperto e creò scalpore, tanto che i due amanti vennero decapitati.


Le teste dei due amanti furono tramutate in vasi e affisse su di una balconata, divenendo un “monito” contro ogni altra possibile sconveniente passione.

Per tale motivo le Teste di Moro verrebbero realizzate in coppia, in ricordo dei due innamorati.


E’ ovviamente una leggenda, che negli anni si è diffusa sempre più.


Che c’entra però il Piccolo Mondo con questa leggenda?

Siamo sicuri che te lo starai chiedendo.

Ebbene: siamo Siciliani, siamo innamorati della nostra terra.


Dei suoi profumi, dei suoi colori, della sua storia.

Nel nostro Hotel Piccolo Mondo a San Vito Lo Capo sono tanti i dettagli che richiamano la Sicilia.


Tante le immagini e le fotografie di elementi tipici.

Nella sala colazione ad esempio ci sono vari richiami ai Fichi d’India, un tipo di frutta molto prelibato e molto amato.

Ma non solo.

Nelle camere e negli ambienti comuni sono tante le foto, stampate su tela, delle spiagge e delle calette più belle o meravigliose immagini dei posti vicini, da visitare.

Anche il nostro Hotel ha le sue Teste di Moro.

Non c'è nessuna storia tragica dietro per fortuna...

Abbiamo infatti avuto modo di comprare, durante il Cous Cous Fest, queste straordinarie opere d’arte.

Troverai la Testa raffigurante la fanciulla sulla Terrazza ad uso comune per i nostri ospiti.

Testa di moro terrazza hotel

e quella del Moro sulla Terrazza della Junior Suite.

Dettaglio Testa di moro Junior Suite 20191

Vieni a trovarci e dimmi quale preferisci.

Ci vediamo a San Vito Lo Capo!

Altri articoli che potrebbero piacerti

Settembre a San Vito Lo Capo: mare, relax e ottimo cibo

Il miglior gelato di San Vito Lo Capo secondo noi

La storia d'amore fra i Sanvitesi ed il Cous Cous

Posso aiutarti?
Supporto

Ciao sono Marco, hai bisogno di aiuto?